martedì 28 giugno 2011

Le avventure di Starsky e Hutch




Lo so, lo ammetto: non ce la faccio a prendere sul serio i leghisti. È più forte di me. Qualche tempo fa sgnignazzavo da solo davanti al giornale. Stavo leggendo la cronaca di una giornata qualunque dell’europarlamentare (vi giuro: ci rappresenta in Europa) Mario Borghezio. Voleva partecipare ad un esclusiva riunione di un esclusivo club che si riunisce ogni anno in Svizzera. Questo gruppo di persone ha l’ambizione di decidere le sorti finanziarie del pianeta. E Borghezio - quello dello spray contro il puzzo delle prostitute sui treni, ve lo ricordate? - aveva la (giusta) pretesa di potervi partecipare. Appena si è presentato all’entrata dell’Hotel (non della stanza dei bottoni, badate bene) lo hanno fermato e malmenato.
La storia è di una spassosità che non ha prezzo.

Ma le trovate dei Sempreduri padani non hanno mai fine. È riapparso agli onori delle cronache Francesco Speroni (quello che ha fatto la guerra per la michetta, ve lo ricordate?). Milioni e milioni di euro investiti dal Governo – del quale, penso, la lega Nord faccia parte – per la sicurezza stradale e Francesco “Starsky e Hutch” Speroni mette su You Tube la sua ultima prodezza: andare a 316 all’ora sulle Autobahn tedesche dove non c'è limite di velocità. Beccato, su Radio 2 candidamente confessa che “è la mia passione, ho comprato apposta una fuoriserie”.

Dopo aver provato a rifare una carta che testardamente alcuni di noi si ostinano a chiamare Costituzione, i padani fanno carta straccia di un codicillo che regolamenta gli stop, i sensi unici, i limiti di velocità, l’uso del triangolo e la guida in derapage delle fuoriserie. Perchè Speroni, come molti altri leghisti, non solo viene dalla strada, ma ci si trova benissimo...