venerdì 6 gennaio 2012

E' arrivato il Mistral



Stamattina spirava un vento fortissimo, che sul lungomare traghettava odori sconosciuti. Giù sugli scogli andava in scena un balletto frenetico di cartacce, foglie arrivate da chissà dove, involucri di preservativi da poco prezzo.
Eravamo in pochi in quella terra di nessuno; tutti intabarrati nonostante il sole corrusco. L'aria era pungente, sapeva di gelo, di montagna: l'odore acre del fumo mischiato con l'aroma di ragù appena impignattati.
Il mio sguardo incoccia gli occhi di un uomo di mezza età. La sciarpa e la cuffia lasciano indifesi solo gli occhi, socchiusi in difesa del vento.
“È maestrale”, gli faccio notare guardandolo fisso.
“No, è mezzo scirocco”, mi risponde con l'aria di chi la sa lunga. Poi ci allontaniamo l'un l'altro, lasciando prendere alle nostre vite strade diverse.
Ora, nella rarissima eventualità che quell'uomo che mai rivedrò nella mia vita stesse leggendo questo post, voglio dirgli che quello era vento di libeccio. Non era maestrale, né tantomeno mezzo scirocco. Era libeccio. Punto.

Embè, che razza di storia è questa, mi direte voi, amici miei? Perchè scrivere di questo incontro tanto banale quanto inutile nell'andamento dell'universo?

Beh, amici miei, sempre meglio che scrivere dei fatti di Roma, di quella bestia che ha mirato e sparato alla testa di un bambino di pochi mesi per impossessarsi della borsa della madre. La creautura era cinese, i killer forse no (“italiani, con spiccato accento romano, forse tossicodipendenti” spiegano gli investigatori).
Sempre meglio parlare del vento che parlare dell'ennesima strage di innocenti a Damasco. Oppure del decreto salva Italia di Don Mario Monti.
Meglio parlare del vento, credetemi.

A proposito, voglio dire a quel signore che ho incontrato sul lungomare di uno sperduto paesino ligure, che quello era proprio libeccio. Era il Mistral, vento freddo che arriva dalla Francia e che fa incollerire il mare. Infatti di lì a poco è arivata la mareggiata. Una furiosa mareggiata.
Questo per onor di precisione...